Tortine di carote senza zucchero

Tortine di carote  senza zucchero

Le tortine di carote senza zucchero le ho preparate questa mattina pensando a chi  non può usare  zucchero, glutine e  latticini.

Può sembrare difficile preparare dei dolci senza zucchero , ma non è così possiamo ad esempio usare le carote dolci in natura.

Non otterrete le classiche tortine , il palato deve  abituarvi pian piano a sapori meno dolci.

Inoltre ho usato la  farina di quinoa e la farina di mandorle .

Non ho usato nessun tipo di olio e e neppure latticini ma semplice acqua 

H ho usato solamente 2 uova per dare struttura al dolce, e regalare morbidezza.

Infine il lievito per dolci  può essere sostituito da un cucchiaino di bicarbonato mescolato con succo di limone circa mezzo cucchiaio , io avevo finito il bicarbonato e non ho potuto usare questa opzione.

Tortine di carote  senza zucchero

Tortine di carote senza zucchero
Preparazione
10 min
Cottura
40 min
Tempo totale
50 min
 
Portata: Dessert
Cucina: Italiana
Porzioni: 10
Calorie: 160 kcal
Autrice: Caterina Pili
Ingredienti
  • 250 g di carote peso netto
  • 200 g di farina di quinoa
  • 100 g di farina di mandorle
  • 200 ml di acqua naturale
  • 2 uova
  • 1/2 bustina di lievito per dolci
  • La buccia grattugiata di un limone
Istruzioni
  1. Pelate le carote dopo averle lavate
  2. Mettete nel mixer le carote e l’acqua  ,azionate il mixer e frullate le carote fino farle diventare purea
  3. In una ciotola a parte montate le uova con la buccia grattugiata del limone
  4. Aggiungete la farina di mandorle, lavorate con le fruste
  5. Aggiungete la purea di carote  e continuate a lavorare con le fruste in modo da avere un composto liscio e omogeneo

  6. Per ultimo aggiungete la farina di quinoa e il lievito setacciati e mescolate bene ì
  7. Versate 2-3 cucchiai di impasto nelle formine di silicone
  8. Infornate in forno preriscaldato a 175° per 50 minuti oppure a 180°per 40 minuti

2 Comments

  1. Ciao cara le tue ricette mi piacciono molto.
    Hai qualche ricetta con la farina di Chia?
    Grazie

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*