mercoledì 25 novembre 2015

Pane a lievitazione naturale con farina Buratto

Pane a lievitazione naturale con farina Buratto

Oggi voglio proporvi una ricetta speciale per preparare il pane con lievitazione naturale senza conservanti con farina di tipo 2 macinata a pietra , nel mio caso la Buratto acquistata al Mulino Marino.
Per quanto riguarda la lievitazione ho usato il licoli che rispetto alla pasta madre è  molto semplice da gestire, ve ne ho parlato in un precedente post se volete potete darle un'occhiata.
Ho voluto fare la ricetta di Gianluca che ho trovato semplice e chiara nelle spiegazioni ,il risultato lo vedete , un pane buonissimo!
Io ho sostituito la pasta madre con il licoli, quindi ho dovuto calibrare le dosi di lievito e farina,perciò se voi avete la pasta madre vi consiglio di seguire la ricetta di Gianluca per le dosi esatte con pasta madre.
Ora vi lascio le indicazioni per preparare questo straordinario pane, ciao a presto!
Caterina



Pane a lievitazione naturale con farina Buratto



Ingredienti
  • 840 g di farina di tipo 2 Buratto (Mulino Marino )
  • 80 g di licoli rinfrescato
  • 640 g di acqua naturale (io ho usato acqua di sorgente)
  • 18 g di sale fino



Preparazione
  1. Mettete 480 g di acqua nella planetaria assieme alla farine e mescolate con la frusta a K per qualche minuto in modo che risulti un composto grossolano, lasciate così riposare (autolisi) per 2 ore 
  2. Passate le due ore ,mettete il licoli rinfrescato in una ciotola con 120 g di acqua e mescolate bene in modo che il licoli si amalgami bene.
  3.  Aggiungere il licoli alla farina in autolisi e impastate a bassa velocità in modo  che venga assorbito tutto il liquido 
  4. Aggiungere a questo punto il sale.
  5. Togliete la frusta a K e montate il gancio ed impastate fino a far incordare l’impasto ,aggiungendo poco alla volta la restante acqua, fino a d avere un impasto bello liscio
  6. Trasferite  l'impasto in un recipiente con i bordi diritti  e segnate il punto di partenza. 
  7. L'impasto dovrà raddoppiare, impiegherà circa 6/7 ore a 23/24 gradi (io ho messo l'impasto nel forno spento con lucina accesa)
  8. Quando sarà raddoppiato date un giro di pieghe a tre come illustrato in questo video
  9. Lasciate riposare  un’altra ora e poi formate la vostra pagnotta dando la forma che preferite.
  10. Mettete l’impasto in frigo a 4 gradi per  16/18 ore. 
  11. Il giorno dopo tirate  fuori la vostra pagnotta ed aspettate il raddoppio ( io ho rimesso in forno spento con lucina accesa per circa 2 ore e mezza.
  12. Accendete il forno al massimo (io 250 gradi) e mettete un pentolino con acqua per creare il vapore che terrete anche per i primi 15 minuti di cottura
  13. Mettete il pane su un piano dove avrete messo della semola rimacinata  (io ho messo farina normale)e praticate i tagli , io uso un bisturi monouso che si vende in farmacia, costa poco più di un euro, chiedete solo che vi diano quello con lama già inserita, quando sono andata dal farmacista mi sono un po' vergognata non sapevo quale sarebbe stata la sua reazione nel spiegare l'uso che ne avrei fatto, ma non ho avuto problemi, quando mi ha fatto vedere il modello mi ha detto che lui lo vendeva tantissimo a chi fa i panettoni, che bello ! Io ho preso coraggio ed ho detto che mi serviva per il pane, mi ha quindi raccomandato di prendere sempre il tipo con lama inserita perché altrimenti l'altro tipo si potrebbe sganciare la lama e diventerebbe pericoloso se la lama finisse nell'impasto del pane o panettone!
  14. Infornate il pane a 250 ° per 10 minuti poi diminuite  la temperatura di 10 gradi ogni 10 minuti per un totale di un'ora quindi :-240°-230°-220°-210°-200° 190°
  15. Poi continuate la cottura  ancora per  20 minuti tenendo lo sportello del forno a spiffero (io metto un cucchiaio di legno nella fessura dello sportello ) e regolando il forno in modalità modalità ventilata( questo modo aiuta a far asciugare il pane al suo interno altrimenti risulterà umido)

Suggerimenti:
Se volete cimentarvi anche voi nella preparazione di pane e pizza e lievitati con il licoli ma non avete il licoli, non volete farlo voi ,potete richiederlo  a chi ve ne può regalare un pochino, ci sono gli spacciatori di pasta madre e licoli, potete per quanto riguarda il licoli iscrivervi al gruppo : la pasta madre :il licoli e lì chiedere se c'è qualcuno della vostra zona che vi può regalare un po' di licoli, a propo se siete di Torino ve lo posso regalare io okai?

Nota:
La farina di tipo 2 Buratto assorbe molta acqua in più rispetto ad altre farine, quindi mi raccomando se usate altre farine sappiate che dovrete calibrare le dosi dell'acqua magari aggiungendo  in modo graduale fino ad avere un impasto liscio a non molle!
stampa la pagina
SHARE:

4 commenti

  1. Il pane è sempre nella lista delle cose da fare nel fine settimana, ma questa lista non la rispetto mai... Prima o poi ce la farò!! :-)
    Complimenti. Ti è venuto meravigliosamente bene.

    RispondiElimina
  2. Ciao complimenti per il pane. Una domanda ma perché fa le bollicine sulla crosta. Che cosa significano? Quando uso semola rivaccinata lo fa anche a me, ma c'è un motivo? Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Monica , sai che onestamente non lo so ,me lo sono chiesta pure io ,devo chiedere a qualche esperto e poi ti farò sapere okai?

      Elimina
    2. grazie Monica , sai che onestamente non lo so ,me lo sono chiesta pure io ,devo chiedere a qualche esperto e poi ti farò sapere okai?

      Elimina

© Semplicemente Light | All rights reserved.
Blogger Template Created by pipdig