martedì 10 novembre 2015

Crostata light con frolla allo yogurt

Crostata light con frolla allo yogurt


Cari lettori oggi voglio riproporvi una crostata che è la ricetta più seguita di questo blog.
Ho voluto rifare questa crostata per rispondere ad alcuni lettori che per un motivo o per l'altro hanno avuto scarso successo nella preparazione  e nella cottura, cercherò d darvi più informazioni possibili sul procedimento e cottura per preparare questo dolce.
E' una crostata light con la frolla se così possiamo chiamarla preparata sostituendo il burro con lo yogurt.
La crostata inoltre non contiene olio , ha poco zucchero e solo un uovo.
Non avrà la consistenza di una frolla con il burro , ve lo anticipo, perché nella precedente ricetta in molti mi avete scritto che credevano avesse la consistenza di una frolla ma non è così ,una buona  frolla si ottiene solamente con il burro.
Questa diciamo è una ricetta alternativa per chi non vuole mangiare dolci troppo calorici e ricchi di grassi.
Detto questo vi lascio la ricetta , unica differenza dalla ricetta della crostata proposta tempo fa è che ho voluto usare lo zucchero integrale di canna ecco spiegato il colore ambrato della crostata che vedete in foto.
Buona giornata!
Caterina

Crostata light con frolla allo yogurt



Ingredienti per una teglia di 26 cm di diametro

  • 300 g di farina 
  • 125 ml di yogurt intero alla frutta
  • 80 g di zucchero grezzo integrale di canna
  • un uovo intero
  • un vasetto da 300 g di confettura
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • la buccia di un limone

Preparazione
  1. Setacciate la farina con il lievito , sul piano di lavoro fate una fontana con la farina
  2. Al centro mettete l'uovo, la buccia di un limone grattugiata, lo zucchero,lo yogurt e lavorate l'impasto con le mani fino ad avere un impatto compatto, ci andranno pochi minuti , fate riposare l'impasto per un quarto d'ora al fresco in frigorifero , sarà più facile stendere dopo l'impasto
  3. Riprendete l'impasto e poggiatelo in un foglio di carta forno infarinato leggermente, stendete l'impasto con il mattarello infarinando leggermente la superficie dell'impasto 
  4. Trasferite ora il foglio con l'impasto nella teglia per crostate con fondo estraibile di 26 cm di diametro, il foglio di carta forno impedirà alla crostata di attaccarsi alla teglia .
  5. Mettete ora la confettura in maniera uniforme sull'impasto ,ritagliate nei bordi della teglia la pasta in eccesso e formate una altro panetto che servirà per decorare la superficie della crostata
  6. Ora prendete di nuovo un foglio di carta forno , infarinatelo , stendete il restante impasto ricavato dagli avanzi , ritagliate con una rotella tagliapasta delle strisce e decorate la crostata a piacere, io ho fatto delle strisce ma si possono ritagliare dei cuori , dei fiori e molto altro ancora
  7. Fate cuocere in forno statico a 175° per 25-30 minuti mettendo la teglia alla seconda tacca partendo dal basso nel forno, in questo modo la crostata non si brucerà in superficie
Suggerimenti :
  • per sapere quando la crostata è cotta e per evitare che diventi troppo dura, come vedete che inizia a colorare , fate la prova infilando uno stuzzicadenti nel bordo della crostata , se ne esce asciutto , togliete subito la crostata dal forno 
  • potete sostituire lo yogurt intero con yogurt greco, ma non sostituitelo con yogurt magro perché cambierebbe molto il risultato della crostata
  • non sostituite il lievito per dolci con quello per torte salate, qualcuno lo ha fatto con scarsi risultati, piuttosto se non volete usare lievito chimico , mescolate mezzo cucchiaino di bicarbonato con il succo di limone circa un cucchiaino e lo potete usare come lievito per questa crostata aggiungendolo come ultimo ingrediente 
  • se usate farina integrale dovrete aumentare i liquidi in quanto la farina integrale assorbe maggiori quantità di liquidi
  • se avete della confettura fatta in casa è il momento di usarla per preparare questa crostata, non ne rimarrete delusi, se invece dovete acquistarla prendetene una senza zuccheri aggiunti, di solito viene dolcificata con succo di uva ed è molto più buona
  • per quanto riguarda lo zucchero integrale, non fatevi ingannare molte volte lo zucchero integrale che troviamo nei negozi è semplice zucchero bianco caramellato, dovete prendere lo zucchero integrale grezzo di canna riconoscibile perché è di color marrone scuro
stampa la pagina
SHARE:

12 commenti

  1. che delizia anche io ho provato la frolla con lo yogurt ottima,bellissima la tua crostata,grazie

    RispondiElimina
  2. Scusa Stefano lo avevo dimenticato di scrivere,ora lo troverai ,grazie per avermelo fatto notare,ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao cara, adoro le tue ricette! Volevo chiederti se uso quindi la farina integrale devo aumentare yogurt e uovo? Doppia dose intendi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria io aggiungerei un pochino di yogurt,diciamo 150 grammi,oppure in alternativa potresti aggiungere un paio di cucchiai di acqua o latte.

      Elimina
    2. Maria io aggiungerei un pochino di yogurt,diciamo 150 grammi,oppure in alternativa potresti aggiungere un paio di cucchiai di acqua o latte.

      Elimina
    3. Grazie cara! Proverò al più presto!

      Elimina
  4. Carla ciao la crostata in se x se è buona ma la sua consistenza e gommosa come mai?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La presenza di yogurt nell'impasto dà un poco di gommoso all'impasto, purtroppo non è una frolla con il burro quindi la consistenza chiaro ha dei risultati diversi

      Elimina
  5. Perché lo yogurt magro non andrebbe bene? Se uso quello greco..in che quantità visto che userei farina integrale. ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo yogurt magro rimane troppo liquido e l'impasto risulta maggiormente gommoso,ecco perché consiglio lo yogurt greco più cremoso
      Le dosi sono le stesse ,anche perché pure io ho usato una farina semintegrale in questa ricetta,non so perché ho dimenticato di specificarlo. Fammi sapere poi il risultato okai? Grazie!

      Elimina

© Semplicemente Light | All rights reserved.
Blogger Template Created by pipdig